martedì 10 ottobre 2017

torta cioccolato e pere senza uova



E' il periodo del cioccolato, per anni e anni non ho mai fatto torte al cioccolato, ora ho cambiato i gusti, evidentemente.

Ingredienti:

150 g farina 00
100 g farina integrale
120 g zucchero muscovado
50 g olio di semi
40 g cacao amaro
200 g yogurt bianco
2 pere
50 g cioccolato fondente
1 bustina di lievito per dolci

Setacciare le farine assieme al cacao e al lievito.
Aggiungere tutti gli ingredienti secchi.
Aggiungere i liquidi e infine le pere un po' a tocchetti nell'impasto, un po' a fettine sopra a raggiera.
Io ho aggiunto sopra della frutta secca e un po' di arance candite home made.

Cuocere in una tortiera di 22 cm per 35-40 minuti a 180°C.



brownies proteici con cioccolato e fagioli



Questi brownies sono adatti a chi è sempre alla ricerca di cibi super proteici, ricetta vista su una famosa app per runners.
Sono molto buoni, rimangono morbidissimi dentro, tra l'altro non sono molto esperta, ma essendo senza farina può considerarsi una ricetta per celiaci?

Comunque ricetta promossa, quindi la pubblico perchè la rifarò spesso:

Ingredienti per una teglia piccola:

255 g fagioli rossi precotti
3 uova  (io 2 grandi del contadino)
45 g cacao amaro
100 g miele
75 g di noci (io non le avevo e ho messo mandorle)
150 g cioccolato fondente
1/2 cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di latte di mandorla
1 cucchiaio di olio di cocco


Preparazione:

Foderare una teglia piccola con carta forno, bagnata e strizzata.
Mettere nel frullatore o nel mixer tutti gli ingredienti, tranne le noci e il cioccolato, e frullare tutto finché viene una miscela bella liscia.
Aggiungere al composto il cioccolato e le noci tagliati grossolanamente.
Cuocere in forno statico a 180° per circa 25 minuti.



plum cake carote e mandorle senza uova e senza burro


Ultimamente sto provando molti dolci senza uova con grande successo.
Questo plum cake è stato subito promosso.

Ingredienti:
150 g farina 00
150 g carote grattugiate
120 g farina di mandorle
80 g di zucchero muscovado (aggiungere 1 cucchiaio di miele se lo trovate troppo poco dolce)
50 g olio di semi
buccia di limone e qualche arancia candita
1 bicchiere di latte
1 bustina di lievito per dolci

In una ciotola preparare tutti gli ingredienti secchi, aggiungere le carote grattugiate, i liquidi e mescolare per amalgamare il tutto.
Cuocere in stampo da plum cake a 180° in forno statico per 40 minuti.

martedì 6 giugno 2017

brownies al cioccolato fondente e arachidi


Oramai tengo in attivo questo mio blog come è nato in origine, per appuntarmi le mie ricette che faccio spesso, stufa di fogliettini volanti in cucina, quindi perdonerete se ho disabilitato i commenti.
Questi brownies sono i preferiti di mia figlia, che porta volentieri come merenda a scuola.
Non sono tanto dolci, quindi se per i bambini che amano i gusti dolci volete aumentare lo zucchero a 180 g è meglio.

Ingredienti:

160 g di zucchero semolato
150 g di cioccolato fondente
100 g di burro
100 g di farina 00
50 g di arachidi
20 g di cacao amaro
2 uova
1 p di sale
1/2 cucchiaino di bicarbonato (facoltativo)

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel forno a microonde con il burro, aggiungere lo zucchero, il cacao, la farina, e quando si è un po' raffreddato le uova, uno alla volta, poi un pizzico di sale, il bicarbonato ed infine le arachidi tagliate grossolanamente con il coltello.

Foderare con cartaforno bagnata e strizzata una teglia quadrata o rettangolare di quelle piccole, cuocere a 180° statico per 20-25 minuti.

Non cuocere di più altrimenti si pregiudica la morbidezza.



mercoledì 21 dicembre 2016

oreo cupcake


Non avrei mai pensato di scrivere ancora sul mio blog.
Ma oramai lo tengo come ricettario, quindi questa ricetta non potevo non appuntarmela perchè mi è stata richiesta per il compleanno di mia figlia che ha scoperto da poco i biscotti oreo.
In verità mi aveva chiesto una torta oreo, ma poi ho pensato che in ogni fetta poi non era matematico che ci finisse un biscotto oreo per intero, quindi ho pensato a dei cupcake, e devo dire sono andati a ruba!

Ricetta per 12 pezzi

ingredienti per i muffins:

250 g farina per dolci o 00
2 cucchiai di cacao amaro
1 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato
100 g zucchero semolato
1 pizzico di sale
1 pizzico di vaniglia
50 g olio semi
50 g yogurt bianco
2 uova
125 ml panna

ingredienti per la crema oreo:

250 g mascarpone
125 ml panna
6 biscotti oreo
2-3 cucchiai zucchero a velo

per guarnire 12 biscotti oreo

Procedimento

Preparare in 2 ciotole diverse gli ingredienti secchi in una e gli ingredienti liquidi in un'altra.
Nel frattempo accendere il forno statico a 180°.
Preparare lo stampo per muffin con dei pirottini di carta.
Mescolare i 2 composti il meno possibile e inserire l'impasto per 3/4 nei pirottini di carta con il cucchiaio per porzionare il gelato, così verranno tutti uguali.
Cuocere in forno già a temperatura per 20 minuti.

Nel frattempo preparare la farcia.
Montare la panna da sola, poi montare il mascarpone con lo zucchero al velo e i biscotti oreo precedentemente sbriciolati con un tritatutto, miscelare le due creme ed assaggiare, io metto poco zucchero perché non mi piacciono le creme troppo dolci, metto tanto zucchero finché basta per coprire il sapore del mascarpone, quindi ognuno andrà ad occhio.
Inserire la crema in una sac a poche e guarnire i muffins con la crema e con il biscotto oreo in cima.





mercoledì 3 febbraio 2016

PLUM CAKE ALLA VANIGLIA CON CUORE ROSSO DI RED VELVET


per il cuore rosso:


125 gr farina 00 setacciata
un pizzico di sale
1 cucchiaio raso di cacao amaro
55 gr burro a temperatura ambiente
150 gr di zucchero semolato
1 uovo grande
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
120 gr panna acida o yogurt o latticello (io ho fatto metà latte e metà yogurt)
1
cucchiaino raso di colore alimentare rosso in polvere
½ cucchiaio di aceto bianco
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio

In una ciotola mescolare sale, cacao e farina setacciati.
Montare il burro morbido (a temperatura ambiente) e lo zucchero, aggiungere uno alla volta le uova fino ad avere una battuta ben montata e gonfia. Unire la vaniglia.
Io mi trovo meglio a montare per bene, almeno 10-15 minuti con la planetaria, le uova con lo zucchero, e poi aggiungo il burro.
Colorare la panna acida con il colorante.
Unirla alla battuta di burro con velocità al mimino alternandovi il composto di farina.
A parte amalgamare in un bicchiere l'aceto e il bicarbonato, appena frizza aggiungetelo all'impasto, amalgamare uniformemente.
Mettere l'impasto in 2 teglie e cuocere per 25-30 minuti in forno statico.

per il plum cake:

200 g farina 00
60 g fecola di patate
150 g burro
130 g zucchero semolato
un cucchiaino di estratto di vaniglia
2 uova
16 g di lievito per dolci
180 g di latte
un pizzico di sale

Lavorate con lo sbattitore elettrico il burro a temperatura ambiente e lo zucchero.
Aggiungete una alla volta le uova intere e continuate a lavorare l’impasto fino a quando risulterà chiaro e spumoso.
Aggiungete l'estratto di vaniglia.
Unite anche la farina 00, la fecola e lievito in polvere setacciati, aggiungetele poco per volta alternando con il latte.

Con il taglia biscotti ricavate i cuori dall'impasto rosso.
Riempite con l'impasto 1/3 dello stampo da plum-cake imburrato ed infarinato in precedenza, posizionate in fila tutti i cuori e copriteli con il resto dell’impasto.
Mettete in forno preriscaldato a 180 °C per 40-45 minuti circa. Anche qui fate sempre la prova stecchino. 

mercoledì 18 novembre 2015

zuppa di ceci e finocchio



E' incredibile come lo Starbooks sia riuscito ad invogliarmi di nuovo a scrivere sul mio blog.
Non vi nascondo che faccio un po' fatica a scrivere, ma questa zuppa me la voglio ricordare, la prima volta che l'ho preparata l'ho fotografata per il redone ma non vi nascondo che poi l'ho rifatta un'altra volta, un po' più densa rispetto alla prima volta, poi l'ho stampata e messa fra le ricette da rifare spesso, perchè questa ricetta mi ha veramente sorpreso.

SARDINIAN CHICKPEA AND FENNEL SOUP

di Paul Gayler, tratta dal libro Great Homemade Soup

ingredienti per 4 persone:
350 g di ceci secchi, ammollati per una notte e poi scolati
75 g di finocchietto selvatico, mondato e tritato oppure
2 cucchiaini di semi di finocchio, leggermente tostati (più un pizzico per decorare)
1 litro e mezzo di fondo bianco di pollo
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 cipolla, tritata
2 spicchi di aglio, schiacciati
1 carota, tritata
il succo di mezzo limone
mezzo cucchiaino di scorza di limone grattugiata

Mettete i ceci ammollati in una grande pentola, copriteli con acqua e portate a bollore. Riducete la fiamma e fate sobbollire per un'ora o comunque finché i ceci sono teneri. Scolateli sotto acqua corrente fredda e tenetene da parte 4 cucchiai.

Mettete i ceci rimanenti in una pentola pulita, aggiungete il finocchietto selvatico oppure i semi di finocchio tostati, aggiungete il brodo e portate a bollore. Riducete il calore al minimo.

Nel frattempo, in un'altra pentola, scaldate un cucchiaio di olio a fuoco medio, poi aggiungete la cipolla tritata, l'aglio e la carota, riducete la fiamma e cuocete per circa 10 minuti. Aggiungete il soffritto ai ceci e fate bollire per altri 20 minuti.

Versate i ceci in un frullatore oppure utilizzate un mixer a immersione e frullate fino a ottenere una crema liscia. Se la zuppa risulta troppo densa aggiungete dell'altro brodo oppure un poco d'acqua. Rimettete la zuppa in una pentola pulita.

Scaldate 2 cucchiai di olio in un padellino a fuoco basso, poi aggiungete il succo e la scorza di limone. Riducete il calore al minimo possibile e lasciate in infusione per 2 minuti.

Riportate la zuppa a bollore e aggiungete i ceci lasciati interi. Suddividete in 4 ciotole individuali, versate un poco di olio al limone, decorate con qualche seme di finocchio tostato e servite immediatamente.

Note mie :
- Avrei voluto fotografarmi l'espressione di quando ho messo in bocca la prima cucchiaiata di questa zuppa perchè è stata davvero sorprendente, ma l'attimo non volevo rovinarlo a perdere tempo a fare selfie. 
- Non avendo a disposizione il finocchietto selvatico ho usato i semi di finocchio e danno lo stesso un tocco particolare alla zuppa.
- Non avevo mai provato l'olio al limone e vi giuro che ne faccio sempre un po' di più e lo uso dappertutto, è troppo buono!
- Nel procedimento non è indicato precisamente in quale momento salare il tutto, io ho aggiunto poco sale dopo che i ceci erano cotti, come faccio sempre come i legumi, ma questo dipende anche da che tipo di brodo usate, se usate un brodo molto saporito non c'è neanche bisogno di salarla.

Come avrete già capito questa ricetta per noi è pienamente

                                 P R O M O S S A

Con questa ricetta partecipo allo Starbooks Redone di Novembre 2015